• IL PALAFLORIO: Concerti - Spettacoli - Eventi Sportivi a Bari
4 e 5

BIAGIO ANTONACCI in "Dediche e Manie" Tour

Dopo aver entusiasmato decine di migliaia di fans spopolando a suon di sold-out nei palazzetti di tutta Italia con il suo tour invernale, Biagio Antonacci torna ad esibirsi in concerto con la versione estiva del suo “Dediche e Manie Tour”, il concerto che prende il nome dal suo ultimo lavoro discografico, il quattordicesimo della sua ultraventennale carriera, uscito lo scorso novembre e che passerà dal Palaflorio venerdì 4 e sabato 5 maggio.

Non è difficile prevedere che sarà il solito bagno di folla. Il pubblico del contenitore sportivo-culturale barese, in cui l’artista di Rozzano torna per la quarta volta dalla sua riapertura, non è nuovo nel manifestare una passione straripante per il Biagio nazionale, che, nel capoluogo pugliese, si sente a casa, considerate le origini baresi della sua famiglia (il padre era di Ruvo di Puglia): soltanto nelle tre serate con cui si è aperto il 2018 del Palaflorio, l’8, il 9 e l’11 gennaio scorsi furono più di 15.000 complessivamente gli appassionati che si affollarono per vedere ed ascoltare dal vivo il loro idolo.

Un amore, reciproco e ricambiato, che si trasformerà in carica ed energia ulteriore durante un live come sempre superlativo in cui Antonacci proporrà le hits del nuovo disco, tra cui “Il Migliore”, brano con cui si apre il concerto e che il cantante considera il vero e proprio manifesto dell’album, un incitamento alle giovani generazioni e un inno alla libertà, e “Un bacio lungo come una canzone”, scritta di getto ispirandosi alla visione del concerto di Vasco Rossi al Modena Park. Il tutto alternato, in un continuo intreccio tra passato e presente in cui a fare da fil rouge è l’amore in tutte le sue declinazioni, ai grandi classici del suo repertorio, da“Quanto tempo e ancora” a“Noi non ci facciamo compagnia”, passando per“Mi fai stare bene”, “Iris”, “Non vivo più senza te” e tanti altri strepitosi successi.

E a rendere l’atmosfera, se possibile, ancora più magica ci penseranno una scenografia spettacolare con sorprendenti giochi di luce ad evidenziare e valorizzare i forti sentimenti cantati dall’artista milanese e i video proiettati su un enorme maxi-schermo, senza grafiche, ma con le immagini dei musicisti e di quello che accade sul palco e che solitamente non si vede, come il dietro le quinte o il lavoro dei tecnici del suono, fondamentale per la buona riuscita di un concerto.

Evento imperdibile!

CONDIVIDI SU: